Giornale Radio - Migranti:sciopero e corteo braccianti nel Reggino
Sabato, 23 Gennaio 2021
Giornale Radio  - Migranti:sciopero e corteo braccianti nel Reggino
  • Covid: altri 1.348 morti e 33.500 nuovi contagi in Gb

  • Principe Harry, disinformazione social minaccia a democrazia

  • Navalny: ong, fermati quasi 2.000 manifestanti

  • Covid: Francia, Castex annuncia, 'un milione i vaccinati'

  • Trump gioca a golf e annuncia 'farò qualcosa ma non subito'

  • Migranti: Msf, Grecia conferma piombo in nuovo campo Lesbo

  • Cnn, morto di Covid il leggendario giornalista Larry King

  • Covid: Ibiza chiude fino al 30 gennaio

  • Covid: Ibiza chiude fino al 30 gennaio

  • Covid: Francia, intervallo più ampio tra le dosi del vaccino

  • Covid: in Gb si valuta quarantena in alberghi per arrivi

  • Covid: in Gb si valuta quarantena in alberghi per arrivi

  • Usa: soldati costretti dormire in parcheggio, Biden si scusa

  • Ong: 174 manifestanti pro-Navalny fermati in 20 città

  • Pakistan: 17enne muore sotto un treno per un video su TikTok

  • ++ Vaccini: lite tra Arcuri e De Luca in riunione online ++

  • Principe Harry, disinformazione social minaccia a democrazia

  • Papa: torna sciatalgia, non celebra messa e Vespri

  • Navalny: ong, fermati quasi 2.000 manifestanti

  • Rai, al lavoro con Amadeus per Sanremo, priorità la sicurezza

  • Neil Diamond, gli 80 anni di un maestro evergreen

  • Trump gioca a golf e annuncia 'farò qualcosa ma non subito'

  • Migranti: Msf, Grecia conferma piombo in nuovo campo Lesbo

  • Cnn, morto di Covid il leggendario giornalista Larry King

  • Valanga in Friuli:dopo primo esame,nessuna persona coinvolta

Giornale Radio  - Migranti:sciopero e corteo braccianti nel Reggino
Giornale Radio  - Migranti:sciopero e corteo braccianti nel Reggino

Migranti:sciopero e corteo braccianti nel Reggino

(ANSA) - SAN FERDINANDO, 21 DIC - Hanno incrociato le braccia e sono scesi in piazza per protestare dopo la morte di Gassama Gora, investito e ucciso a Gioia Tauro nei giorni scorsi mentre rincasava a bordo di una bici, i braccianti ospiti della tendopoli di San Ferdinando, in Calabria. L'investitore non si era fermato ed è stato rintracciato e arrestato dopo qualche ora. Dalla tendopoli si è snodato una corteo per chiedere "casa, diritti e dignità". "Oggi nessuno va al lavoro - hanno spiegato gli organizzatori della manifestazione - perché un amico e fratello, dopo una vita di razzismo e sfruttamento, da quel razzismo è stato ucciso. La rabbia è troppa, non restare zitti, scendere in strada per ricordare Gora e lottare contro tutto questo è l'unica arma che ci resta". "Un altro fratello ucciso, un'altra morte - è scritto in una lettera aperta dei migranti - che si poteva evitare. Per questo, per tutta la giornata di oggi noi lavoratori della terra saremo in sciopero. Non troverete nessuno di noi nei campi, nei magazzini e nelle serre. Siamo stanchi di essere sfruttati e ammazzati dagli stessi che di giorno ci obbligano a lavorare senza contratti né garanzie nei campi, a vivere come animali e la sera ci tirano giù come birilli, perché la vita di un africano non conta. Non siamo braccia, siamo uomini". "Da decenni ormai - riporta ancora il testo della lettera - veniamo qui per lavorare e senza le nostre braccia non ci sarebbero frutta e verdura né sugli scaffali, né sulle tavole ma questo non importa. Nonostante le promesse che arrivano ad ogni stagione, per noi non ci sono mai stati e continuano a non esserci alloggi decenti, contratti regolari, certezza e celerità nel rinnovo dei documenti, con lungaggini che ci costringono a rimanere qui per mesi. Vogliamo casa,diritti,documenti e lavoro regolare,vogliamo vivere una vita dignitosa come ogni essere umano meriterebbe. Schiavi mai". (ANSA).

Ultime Notizie

Testata Giornalistica “Italia Network News” Tribunale di Milano – Reg. n° 141 | Giornale Radio - Iscrizione al R.O.C. Registro Operatori della Comunicazione – Reg. n° 33590

Copyright ©2020 Luckymedia Srl - Società editoriale - P.IVA 02512190998

Privacy & Policy | Credits