Giornale Radio - Libia: Onu, Guterres vuole mandare osservatori nel Paese
GR live
  • Bruce Springsteen, cadono accuse per guida in stato di ebrezza

  • Caso Springsteen,cadono accuse per guida in stato di ebrezza

  • Khashoggi: 'domani rapporto 007 Usa, bin Salman coinvolto'

  • Congo, diplomatici obbligati a segnalare spostamenti

  • Terremoti: scossa del 5.6 in Islanda, attività vulcanica

  • Mozambico: trovati cento delfini morti al largo della costa

  • AstraZeneca, 180 milioni di dosi all'Ue nel 2/o trimestre

  • Fda, 'forte protezione dal vaccino Johnson&Johnson'

  • Il Venezuela espelle l'ambasciatrice Ue

  • Il Venezuela espelle l'ambasciatrice Ue

  • Borsa: Tokyo, apertura in netto rialzo (+1,28%)

  • Turismo: Garavaglia, indennizzi equi e mirati in tempi certi

  • Governo: Andrea Costa, un onore, sento grande responsabilità

  • Tre sottosegretari dalla Sicilia, tutti del M5s

  • Covid: boom di contagi a Brescia, 901 casi

  • All'asta a Parigi una rara Montmartre di van Gogh

  • Khashoggi: 'domani rapporto 007 Usa, bin Salman coinvolto'

  • Congo, diplomatici obbligati a segnalare spostamenti

  • AstraZeneca, 180 milioni di dosi all'Ue nel 2/o trimestre

  • Fda, 'forte protezione dal vaccino Johnson&Johnson'

Giornale Radio  - Libia: Onu, Guterres vuole mandare osservatori nel Paese
Giornale Radio  - Libia: Onu, Guterres vuole mandare osservatori nel Paese

Libia: Onu, Guterres vuole mandare osservatori nel Paese

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)
(ANSA) - ROMA, 01 GEN - Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha inviato una lettera ai Paesi membri per chiedere di nominare loro osservatori da inviare in Libia con il compito di sovrintendere al cessate il fuoco e per indurre i leader politici del Paese a mettere a punto un meccanismo per eleggere il nuovo primo ministro. Lo riferisce il Guardian, sottolineando che si tratta della "prima volta che l'Onu intraprende iniziative attive sul terreno" per garantire il rispetto del cessate il fuoco. Il Guardian sottolinea che l'invito di Guterres a nominare osservatori è rivolto in particolare a non meglio specificati "blocchi regionali". Essi dovrebbero sovrintendere sulla tenuta del cessate il fuoco, sottoscritto il 23 ottobre scorso, e sul rispetto dell'embargo sulle armi, che si ritiene venga violato in particolare dalla Turchia, schierata con il governo di Tripoli di Fayez al-Sarraj, e dagli Emirati arabi uniti, sostenitori del cosiddetto Esercito nazionale libico del generale Khalifa Haftar. Attualmente le Nazioni Unite hanno solo una piccola missione politica in Libia con 230 rappresentanti. L'iniziativa di Guterres cade in un momento critico poiché il cessate il fuoco include una clausola che chiede a tutte le forze straniere di lasciare la Libia entro tre mesi, quindi entro il 23 gennaio, ma finora non vi è alcun segnale che ciò stia avvenendo. L'inviata speciale dell'Onu ad interim per la Libia, Stephanie Williams, ha detto che attualmente sono 20.000 i militari stranieri nel Paese, inclusi soldati regolari e mercenari. (ANSA).

 

.

Ultime Notizie

Testata Giornalistica “Italia Network News” Tribunale di Milano – Reg. n° 141 | Giornale Radio - Iscrizione al R.O.C. Registro Operatori della Comunicazione – Reg. n° 33590

Licenza SIAE Multimedia: 202100000104 - Copyright ©2021 Luckymedia Srl - Società editoriale - P.IVA 02512190998

Privacy & Policy | Credits