Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

25 novembre: la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

A cura di Ferruccio Bovio

Si celebra il 25 novembre la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, per ricordare le vittime di maltrattamenti, abusi e uccisioni e per combattere le discriminazioni e le disuguaglianze di genere. Secondo un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, la violenza contro le donne rappresenta “un problema di proporzioni globali enormi”.

Il rapporto analizza a fondo i dati sulla diffusione della violenza femminile a livello globale: sia quella inflitta da sconosciuti, sia quella che proviene, invece, da parte di membri della propria famiglia. L’abuso fisico e sessuale è, infatti, un problema tremendo che colpisce oltre il 35% delle donne in tutto il pianeta e, cosa davvero inaccettabile, è quella che ad esercitare questo tipo di violenza sia, nel 30% dei casi, un partner intimo. Basti pensare che, durante i mesi del Lockdown, in Italia è stata uccisa una donna ogni due giorni dal proprio convivente.

La data del 25 novembre non è stata scelta a caso, ma si riferisce, invece, ad un orrendo assassinio avvenuto nella Repubblica Dominicana, dove, nel 1960, le tre sorelle Mirabal, considerate rivoluzionarie, vennero torturate e uccise.

Purtroppo, ancora oggi le sopraffazioni di ogni natura sul sesso femminile spesso non vengono denunciate a causa del contesto di impunità e di pregiudizio culturale nel quale queste si verificano. Di conseguenza, quasi sempre, la donna che denuncia il fatto rivela di essere già stata vittima di svariati maltrattamenti, taciuti per anni e anni.

L’Articolo 1 della Dichiarazione sull’Eliminazione della Violenza contro le Donne, emanata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1993, afferma che la violenza contro le donne è “ ogni atto di violenza fondata sul genere che abbia come risultato, o che possa probabilmente avere come risultato, un danno o una sofferenza fisica, sessuale o psicologica per le donne, incluse le minacce di tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, che avvenga nella vita pubblica o privata”.

Nel nostro Paese, il 9 agosto 2019 è entrata in vigore la legge n. 69/2019, nota come “Codice Rosso”. Si tratta di una normativa che mira a rafforzare la tutela delle vittime dei reati di violenza domestica e di genere, inasprendo le pene per i delitti di violenza, introducendo nuove figure di reato e velocizzando le procedure a tutela della vittima.

Si deve a tale legge l’introduzione del reato di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti senza il consenso delle persone rappresentate (noto come “revenge Porn”), del reato di costrizione o induzione al matrimonio e di quello di deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso.

Tuttavia, ci pare che, al di là di ogni encomiabile sforzo sostenuto dal legislatore, nulla potrà mai essere veramente efficace contro la violenza di genere quanto la prevenzione. Una prevenzione che si basi su un tipo di educazione che insegni, fin da bambini, il rispetto delle differenze tra i sessi ed imponga anche ai media una rappresentazione della figura femminile che sia più dignitosa rispetto a quella che, di solito, prevale oggi.

25 Novembre 2022

Scarica la app di Giornale Radio Apple Android

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.