Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

Paolo Rossi e le scarpette sporche dei campi di provincia

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

Un giorno intervisto Osvaldo Bagnoli, il grande allenatore dell'Inter e del Verona. Viene dal quartiere popolare della Bovisa di Milano. Un uomo tranquillo e schivo. Gli domando: “Cos'è il calcio?”. E lui risponde: “Quelle scarpette sporche di terra dei campetti di calcio di provincia”. Una definizione semplice, straordinaria. La stessa che possiamo oggi applicare a Paolo Rossi che se n'è andato dopo una lunga malattia.
Ecco, quelli che sporcano le scarpette di Paolo Rossi sono composti da zolle toscane. Lì, nel campetto della frazione di Santa Lucia alle porte di Prato, e poi in quello dell'Ambrosiana e del Cattolica Virtus, quello che anni dopo conosceremo come “Pablito” ai leggendari Mondiali del 1982 in Spagna, muove i primi timidi passi da giocatore. E in quella terra umile e schietta, a nove anni impara gli interventi duri dei difensori delle piccole squadre, gente che le cose del calcio non le manda a dire, non le telegrafa, ma le applica spesso alle gambe dei giocatori più dotati, quelli che un giorno avranno futuro.
Poi giungono i tempi dei miracoli. Dalla Juventus al Como, dal Lanerossi Vicenza al Perugia, al ritorno alla Juventus, al Milan, al Verona, alla Nazionale Mundial. L'11 luglio 1982, il giorno dove anche le persone che non seguono il calcio si bloccano sull'autostrada dopo la finale contro la Germania, Paolo Rossi esclama una frase che condensa il senso di una vita: «Eravamo campioni del mondo. Feci solo mezzo giro di campo con i compagni: ero distrutto. Mi sedetti su un tabellone a guardare la folla entusiasta e mi emozionai. Ma dentro sentivo un fondo di amarezza. Pensavo: "Fermate il tempo, non può essere già finita, non vivrò più certi momenti". E capii che la felicità, quella vera, dura solo attimi».
Esatto, caro Pablito, non si possono vivere più certi momenti e la vita vera dura solo attimi. Come quelle scarpette sporche della terra dei campetti di provincia, così crudi, veri e incontaminati.

 

11 dicembre 2020

Giornale Radio

Il Corsivo di Daniele Biacchessi

“Il Corsivo" di Daniele Biacchessi è in onda su Giornale Radio All News dal lunedì al sabato a partire dalle 7 del mattino. Presto anche in podcast!

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE
Ottobre 24, 2021

Ucciso da colpo pistola in azienda, arrestato proprietario

Categoria: Approfondimenti Autore: Redazione
(ANSA) - ROMA, 24 OTT - E' stato arrestato, nella notte, dai Carabinieri - con l'accusa di omicidio, ricettazione e porto illegale di armi e munizioni - il 70enne Dante Sestito, originario di Cutro, nel Crotonese e residente a Cadelbosco Sopra, nel Reggiano,…

GIORNALE RADIO ALL NEWS

Giornale Radio Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

ASCOLTACI SU

Please publish modules in offcanvas position.