Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

Conte, un Presidente a metà

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

Nella consueta conferenza stampa di fine anno il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte interviene sul futuro del suo Governo e della sua maggioranza traballante, annuncia una verifica politica con tutti i partiti, in primis Italia Viva, e cita Aldo Moro: “Gli ultimatum non appartengono al mio bagaglio culturale e politico”.
La memoria ci riporta al 28 febbraio 1978, quando Aldo Moro tiene il suo ultimo discorso pubblico nei giorni della formazione del Governo di unità nazionale che prevede l'appoggio del Pci. Siamo a sole due settimane dal suo rapimento, organizzato dalle Brigate Rosse in via Fani a Roma. Mentre i terroristi mettono a punto i piani militari dell'attacco al cuore dello Stato, Moro si trova schiacciato tra la sinistra del partito favorevole al dialogo con i comunisti e la destra democristiana contraria all'apertura di una nuova fase storica del Paese, dove l'opposizione si prende le responsabilità di gestire l'emergenza insieme al suo avversario politico.
“Non si possono concepire degli ultimatum, di qualsiasi natura, taluni possono essere dolci nell'aspetto, altri più duri; ma ultimatum di qualsiasi genere che effetto avrebbero di fronte ad una maturazione che tende a cercare la via di uno sbocco positivo?”, si chiedeva allora Aldo Moro.
Anche per Conte gli ultimatum non appartengono al suo bagaglio culturale e politico. “Sono per il dialogo e trovare una sintesi superiore nell’interesse del Paese”, declama il Premier. In politica le citazioni sono legittime, ma possono provocare distanze abissali tra ciò che uno vorrebbe essere e quello che è. Perché Giuseppe Conte non è Aldo Moro, non ha la vocazione di uno statista le cui parole sono destinate a restare nel tempo.
Moro era un fine politico, conosciuto e temuto in Europa e in tutto il mondo, la cui legittimità giungeva da un voto popolare. Conte è un avvocato prestato alla politica che ha preso le redini del Paese attraverso due alleanze opposte, ma che oggi risulta essere un Presidente a metà, in quanto la sua maggioranza sta perdendo uno dei pezzi determinanti per restare in piedi: Matteo Renzi e Italia Viva.

 

31 dicembre 2020

Giornale Radio

Il Corsivo di Daniele Biacchessi

Il Corsivo" di Daniele Biacchessi è in onda su Giornale Radio All News dal lunedì al sabato a partire dalle 7 del mattino. Presto anche in podcast!

 

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE
Settembre 21, 2021

Mondiali donne; Croazia-Italia 0-5

Categoria: Approfondimenti Autore: Redazione
(ANSA) - ROMA, 21 SET - L'Italia del calcio femminile ha vinto per 5-0 in casa della Croazia in una partita del gruppo G delle qualificazioni ai Mondiali del 2023. Azzurre a segno nel primo tempo con il capitano Sara Gama e con Valentina Giacinti e nella…

GIORNALE RADIO ALL NEWS

Giornale Radio Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

ASCOLTACI SU

Please publish modules in offcanvas position.