L'economia italiana non cresce. Cala il Pil nel secondo trimestre. Mef: nulla cambia

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

A cura di Daniele Biacchessi

L'economia italiana non cresce e il miracolo auspicato dall'esecutivo guidato da Giorgia Meloni rimane un obiettivo ancora tutto da raggiungere, non qualcosa di ormai acquisito. Nel secondo trimestre del 2023 il Pil è diminuito dello 0,3% rispetto al trimestre precedente ed è aumentato dello 0,6% in termini tendenziali. La stima dell'Istat è inferiore alle previsioni degli economisti. "Alla discontinuità dell’andamento congiunturale nel secondo trimestre fa fronte l’evoluzione positiva del Pil in termini tendenziali in misura dello 0,6%, che rappresenta la decima crescita trimestrale consecutiva", sostiene l'Istat. Per il Mef nulla cambia, secondo cui il dato negativo sul Pil italiano nel secondo trimestre non influisce sulla previsione annua formulata nel Def: questo obiettivo di crescita è ancora pienamente alla portata e si continuerà a perseguirlo con politiche economiche prudenti e responsabili. Alla luce dei dati del secondo trimestre, la crescita acquisita del Pil per il 2023 (ovvero la variazione che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell’anno) è pari allo 0,8%. Le previsioni erano ben superiori ai numeri definiti dall'Istat, e vanno in controtendenza rispetto a ciò che viene rilevato da Eurostat: migliora infatti l’economia nell’area euro, aumenta dello 0,3% e rimane stabile nell’Ue, rispetto al trimestre precedente. Vuol dire che l'Italia è più vulnerabile rispetto agli altri Paesi europei al rialzo dei tassi di interesse, a causa della sua quota di mutui a tasso variabile e a seguito della fine degli incentivi fiscali che avevano alimentato l’edilizia. Con ogni probabilità, nella seconda metà del 2023 l'Italia subirà un calo della produzione più marcato rispetto agli altri grandi dell’eurozona.

1 Agosto 2023

“Il Corsivo" di Daniele Biacchessi è in onda su Giornale Radio All News dal lunedì al sabato a partire dalle 4 del mattino. Ascolta anche in podcast!

Per contattare l'autore scrivere a db@giornaleradio.fm

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.