Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

 

.

.

L'effetto guerra non risparmia nessuno. I dati Onu parlano di 4,8 milioni di posti lavoro in meno in Ucraina

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

A cura di Daniele Biacchessi

La guerra di Putin, in soli 80 giorni, ha spazzato via 4,8 milioni di posti di lavoro in Ucraina. Lo sostiene "The impact of the Ukraine crisis on the world of work: Initial assessments, rapporto (il primo focalizzato sul lavoro nel paese guidato da Zelensky) dell'International Labour Organization, agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di lavoro. Il dato è impressionante in quanto giunge dopo due anni di pandemia da Covid che ha piegato l'occupazione mondiale, anche quella ucraina. Una cessazione immediata delle ostilità potrebbe portare ad una rapida ripresa dell'occupazione con il ripristino del lavoro per 3,4 milioni di persone, riducendo la perdita occupazionale complessiva all'8,9%. Anche i vicini dell'Ucraina non vengono risparmiati. Degli oltre 5,23 milioni di rifugiati fuggiti dalle ostilità, molti sono sbarcati in Ungheria, Polonia, Moldova, Romania e Slovacchia.

Per i Paesi poi impegnati nell'integrazione dei nuovi arrivati la prospettiva di un conflitto prolungato significa che i rifugiati potrebbero rimanere in esilio più a lungo del previsto, esercitando pressioni sui mercati del lavoro e aumentando la disoccupazione nei paesi che li ospitano. La crisi economica della Russia, poi, innescata dalle sanzioni internazionali travalica i confini del Paese stesso. Le economie di Paesi come il Kazakistan, il Kirghizistan, il Tagikistan e l'Uzbekistan dipendono dalle rimesse di centinaia di migliaia di lavoratori migranti in Russia. Se dovessero perdere il lavoro ed essere costretti a tornare nei loro Paesi di origine, secondo il rapporto, questo "provocherebbe gravi perdite economiche in tutta l'Asia centrale".

La situazione è ormai al tracollo e serve un immediato cessate il fuoco per rendere migliore la situazione, anche occupazionale, di molte economie.

13 Maggio 2022

“Il Corsivo" di Daniele Biacchessi è in onda su Giornale Radio All News dal lunedì al sabato a partire dalle 4 del mattino. Ascolta anche in podcast!
Per contattare l'autore scrivere a db@giornaleradio.fm

 

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE
Dicembre 01, 2022

Gravina "Napoli esempio virtuoso del calcio italiano"

Categoria: Approfondimenti Autore: Redazione
(ANSA) - ROMA, 01 DIC - "La crisi del calcio italiano? Vorrei citare come esempio virtuoso il Napoli: ha ridotto i costi di gestione, ha ceduto i suoi campioni per fare cassa, ha affrontato critiche mediatiche, e ora è meritatamente primo in classifica". Così…

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.