Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

 

.

.

L'invio delle armi a Kiev e il ruolo del Parlamento

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

A cura di Daniele Biacchessi

Perché il presidente del Consiglio Mario Draghi non ha riferito al Parlamento prima di andare a Washington per incontrare il presidente statunitense Joe Biden? È grave che non l'abbia fatto. È stato risposto che il dibattito dell’aula, con le diverse posizioni che sarebbero emerse, avrebbe creato imbarazzo al governo. Ci può stare, ma è altrettanto vero che l'invio di altre armi a Kiev, anche di tipo offensivo, sia affare del Parlamento, non del solo Governo.

I costituzionalisti Zagrebelsky e Carlassare contestano all’esecutivo l’invio di armi “segrete” e il “bavaglio” alle Camere. Hanno ragione. Intanto il Governo fa spallucce. Il terzo decreto di forniture militari all’Ucraina è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale, firmato dal ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, insieme ai titolari di Economia ed Esteri, Daniele Franco e Luigi Di Maio. La lista dei materiali in partenza per Kiev, voce per voce, è segreta come le precedenti, e viene illustrata oggi da Guerini al Copasir (comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica). E al comitato le riunioni sono altrettanto segrete per legge.

Il dibattito politico finora ha visto M5S in prima linea, e poi Lega contrari alle armi più pesanti. Gli altri partiti non si sono finora opposti ma restano cauti. La lista delle forniture militari non è identica alle precedenti. Sono in ballo mezzi più combattivi e reattivi disponibili nel nostro parco della Difesa. Ci sono gli M113, veicolo cingolato da trasporto truppe. Sono spuntati i Lince Vtlm (veicolo tattico leggero multiruolo), già attivi in Libano, Afghanistan e Somalia. Più a rischio sul piano politico, così come gli obici FH-70, forse ancora di più, sono i Leopard, carri armati a tutti gli effetti, costruiti a metà anni ’60 del secolo scorso. Per armi di questo tipo c'è bisogno di una autorizzazione parlamentare a cui il Governo non si può più sottrarre.

Credits: Agenzia Fotogramma

16 Maggio 2022

“Il Corsivo" di Daniele Biacchessi è in onda su Giornale Radio All News dal lunedì al sabato a partire dalle 4 del mattino. Ascolta anche in podcast!
Per contattare l'autore scrivere a db@giornaleradio.fm

 

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE
Dicembre 01, 2022

Mondiali: Belgio eliminato, il ct Martinez dice addio

Categoria: Approfondimenti Autore: Redazione
(ANSA) - ROMA, 01 DIC - Dopo la sorprendente eliminazione al primo turno dei Mondiali in Qatar, nella conferenza stampa successiva al pareggio contro la Croazia, il ct del Belgio, Roberto Martinez, ha annunciato il suo addio ai Diavoli Rossi. "Dico addio alla…

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.