Giornale Radio - Il Timone del 24 e 25 febbraio 2021
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

.

Giornale Radio - Il Timone del 24 e 25 febbraio 2021

Il Timone del 24 e 25 febbraio 2021

(Tempo di lettura: 4 - 7 minuti)

L'anteprima delle notizie principali di Giornale Radio. A cura di Daniele Biacchessi

  • Il Ministro della Salute Roberto Speranza fa il punto sulla diffusione della pandemia da Covid-19 in Parlamento. "Non ci sono le condizioni epidemiologiche per abbassare le misure di contrasto alla pandemia, siamo all'ultimo miglio e non possiamo abbassare la guardia. La presenza delle varianti condizionerà l'epidemia: la variante inglese è presente nel 17,8% dei casi e sarà presto prevalente e la sua maggiore diffusione rende indispensabile alzare il livello di guardia, ma fortunatamente non compromette l’efficacia dei vaccini. Le altre due varianti sono più insidiose per la ridotta efficacia dei vaccini. La loro diffusione è minore, ma è necessario isolare i focolai", sostiene Speranza. Per il Ministro, c'è l'impegno del Governo a congrui ristori per le attività che stanno soffrendo. "Questo deve valere per le mie ordinanze che da ora andranno in vigore dal lunedì e per le misure regionali. Il prossimo Dpcm varrà dal 6 marzo al 6 aprile e la bussola sarà la salvaguardia del diritto alla salute".
    Speranza interviene anche sui vaccini. "È decisiva la consegna puntuale delle dosi e l'Italia non si rassegna alla riduzione. Con i vertici Ue stiamo esercitando il massimo di pressione verso le aziende affinché si trovino soluzioni necessarie per aumentare la produzione dei vaccini. Vanno considerate tutte le soluzioni, nessuna esclusa". Speranza valuta positivamente l'ipotesi di un portavoce del Cts. " È fondamentale mantenere un approccio di grande prudenza. Con questo livello di incidenza di casi abbiamo 5 Regioni con terapie intensive sopra la soglia critica e l'Rt medio è 0.99, secondo l’ultimo rilevamento. Quindi l'Rt si avvia con le misure attualmente in vigore a superare la soglia di 1". Infine, Speranza ha rimandato al mittente ogni scontro. "Le polemiche disorientano i cittadini, sempre più stanchi per questa lunga crisi, insieme all'unità e alla responsabilità è indispensabile dire sempre la verità ai cittadini. Confermo un messaggio di fiducia: arginare il virus con la scienza e il personale sanitario. I ritardi di alcune forniture di vaccini non muteranno l'iter in corso e vediamo la luce in fondo al tunnel", ha concluso Speranza.

  • La scuola torna nel caos tra varianti che si diffondono negli istituti, governatori che decidono di sospendere le lezioni per vaccinare il personale scolastico e Tar che intimano di riaprirle. A Roma è stato riscontrato il primo caso di variante brasiliana con un link con l'Umbria: è un’insegnante di una scuola media nel quartiere Trieste della capitale. Chiuse anche da oggi le scuole a Brescia, in sette Comuni in provincia di Bergamo e in uno nel cremonese, dopo che in queste zone è scattata la zona arancione 'rafforzata'. Nel frattempo in Puglia ‒ dove il Governatore Michele Emiliano nei giorni scorsi aveva mandato tutti gli studenti a casa con la didattica a distanza, mentre da sabato sono partite nella Regione le vaccinazioni al personale scolastico ‒ un’ordinanza del Tar ha sospeso l'ordinanza regionale accogliendo l'istanza cautelare del ricorso presentato dal Codacons Lecce e da un gruppo di genitori di alunni.

  • "Per quanto riguarda l'Italia, questa settimana supereremo 1,5 milioni di dosi consegnate e abbiamo l'obiettivo di superare i 5 milioni di dosi per la fine di marzo". Lo afferma l'azienda AstraZeneca in merito alla notizia di un taglio della metà delle dosi di vaccino anti-Covid previste per l'Ue nel secondo trimestre 2021.

  • Moody's rivede al ribasso le previsioni di crescita per l'Italia nel 2021 al 3,7% dal 5,6% stimato in precedenza, a causa del rinnovo dei limiti a mobilità e imprese per l'aumento dei contagi. Lo si legge nel rapporto dell'agenzia di rating sulle Economie G20. Per il 2022, spiegano ancora gli analisti, "prevediamo una crescita del Pil reale del 4,1%". D'altra parte, l'avvio di un Governo di larghe intese guidato da Mario Draghi viene letto dall'agenzia di rating come una sorta di garanzia per l'utilizzo in maniera efficace dei 209 miliardi che l'Italia riceverà dal Recovery Fund europeo entro il 2026.

  • L'agguato in Congo contro l'ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e l'autista congolese. "Al Pam ‒ Programma alimentare mondiale ‒ e all'Onu abbiamo chiesto formalmente l'apertura di un'inchiesta che chiarisca l'accaduto, le motivazioni alla base del dispositivo di sicurezza utilizzato e in capo a chi fossero le responsabilità di queste decisioni", ha sottolineato il Ministro degli esteri Luigi Di Maio alla Camera. I carabinieri del Ros, giunti in Congo su delega della Procura di Roma, acquisiranno i verbali delle testimonianze raccolte dagli inquirenti locali delle persone presenti sul luogo dell'agguato. Tra questi anche il racconto del funzionario italiano del Wfp, Rocco Leone, l'italiano superstite. Tra le attività che i carabinieri del Ros svolgeranno in Congo c'è anche quella relativa alle armi utilizzate dai ranger intervenuti nel luogo dell'agguato all'ambasciatore Luca Attanasio e al carabiniere Vittorio Iacovacci. I Ros acquisiranno informazioni sulle armi in dotazione al corpo che si occupa di vigilare il Parco del Virunga. Secondo una ricostruzione, vi sarebbe stato uno scontro a fuoco tra i ranger e i rapitori ed è in questa fase che avrebbero perso la vita i due italiani.

  • Oltre 16 tonnellate di cocaina sono state sequestrate in cinque container provenienti dal Paraguay alla dogana di Amburgo. Secondo le forze dell'ordine, è “la più grande quantità di cocaina mai sequestrata in Europa e uno dei più grandi sequestri singoli al mondo”. La droga è stata scoperta il 12 febbraio, quando cinque container dal Paraguay sono stati segnalati come sospetti secondo un’analisi dei rischi condotta da diverse autorità doganali europee.
    Nei contenitori, caricati di mastice in barattoli di latta, erano state rilevate “evidenti irregolarità”. I doganieri hanno quindi trovato la cocaina nascosta in più di 1.700 lattine.

  • La pandemia di Covid-19 rappresenta una "grande opportunità" per le mafie e lo snellimento delle procedure di affidamento degli appalti e dei servizi pubblici comporterà "seri rischi di infiltrazione mafiosa dell'economia legale, specie nel settore sanitario. È poi “oltremodo probabile” che i clan tentino di intercettare i finanziamenti per le grandi opere e la riconversione alla green economy. L'allarme è contenuto nell'ultima Relazione semestrale della Direzione investigativa antimafia (Dia), che evidenzia seri rischi di infiltrazione e la crescita di riciclaggio e corruzione. Le indagini raccontano di una criminalità organizzata che durante il lockdown ha continuato ad agire sottotraccia, con un calo delle "attività criminali di primo livello" (traffico di droga, estorsioni, ricettazione, rapine), ma un aumento al Nord e al Centro dei casi di riciclaggio e, al Sud, di casi di scambio elettorale politico-mafioso e di corruzione.

  • Oltre "60mila lavoratori" di società del delivery, ossia Uber Eats, Glovo-Foodinho, JustEat e Deliveroo, dovranno essere assunti dalle aziende come "lavoratori coordinati e continuativi", ossia passare da lavoratori autonomi e occasionali a parasubordinati. E ciò sulla base, come spiegato in una conferenza stampa della Procura di Milano, di verbali notificati stamani alle aziende. "Diciamo al datore di lavoro ‒ è stato spiegato ‒ di applicare per quel tipo di mansione che svolgono i rider la normativa, di applicare i contratti adeguati e quindi ci devono essere quelle assunzioni". Altrimenti saranno presi "provvedimenti" specifici.

  • Il Deposito nazionale delle scorie e rifiuti nucleari. Un emendamento al Milleproroghe allunga i tempi per decidere se e dove costruire il Deposito nazionale. La Sogin è pronta, ma nei territori papabili è rivolta: intanto centrali dismesse e centri di ricerca sparsi nel Paese continuano a custodire i rifiuti.

  • Antonio Catricalà, ex Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, è stato trovato morto nella sua abitazione a Roma, nel quartiere Parioli. Catricalà si sarebbe suicidato sparandosi un colpo di pistola. Catricalà aveva 69 anni, dal 2017 era Presidente del Cda della società Aeroporti di Roma e nei giorni scorsi era stato nominato Presidente dell'Igi, l'Istituto grandi infrastrutture.

Ascolta "Il Timone" di Daniele Biacchessi dal lunedì al venerdì in esclusiva su Giornale Radio All News a partire dalle 18.

Ultime Notizie

Testata Giornalistica “Italia Network News” Tribunale di Milano – Reg. n° 141 | Giornale Radio - Iscrizione al R.O.C. Registro Operatori della Comunicazione – Reg. n° 33590

Licenza SIAE Multimedia: 202100000104 - Copyright ©2021 Luckymedia Srl - Società editoriale - P.IVA 02512190998

Privacy & Policy | Credits

Please publish modules in offcanvas position.