Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

Ore di alta tensione nelle Marche

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

L'Apertura di Ferruccio Bovio

Continua a salire il bilancio delle vittime dell’alluvione che ha colpito le Marche. La Protezione Civile parla di momenti di autentico terrore, con quantitativi d’acqua veramente straordinari. In qualche ora è, infatti, piovuto circa un terzo di quello che normalmente piove in queste zone in un anno: e si è trattato, in sostanza, di un volume assolutamente imprevisto di acqua che si è riversato sui territori, in maniera repentina, portando scompiglio e morte.

I quasi duecento vigili del fuoco impegnati nelle aree devastate dal nubifragio hanno messo in salvo numerose persone che, per sottrarsi alla furia delle acque, si erano rifugiate sui tetti delle abitazioni e sugli alberi. In totale, mentre scriviamo, sono già più di centocinquanta gli interventi effettuati.

Oltre ai morti ed ai dispersi, ci sono poi anche i danni economici, paesaggistici e culturali che, al momento, paiono incalcolabili. Il fiume Misa, in piena per le violenti piogge, nel cuore della notte ha anche rotto le balaustre in pietra del ponte Garibaldi nel centro storico di Senigallia, provocando guasti enormi a negozi, uffici e caseggiati: molti volontari sono all’opera per svuotare i locali allagati e parecchi testimoni riferiscono di non avere mai visto “una cosa del genere”.

Si stanno, pertanto, vivendo ore di altissima tensione, con i sindaci dei paesi coinvolti dalla sciagura furiosi per non essere stati preventivamente avvisati dalle autorità competenti. Con un minimo di preparazione in più – sostengono - forse certe tragedie avrebbero potuto essere evitate. Nelle 24 ore che hanno preceduto il disastro non era, infatti, stata data alcuna allerta meteo, se non per il vento. Pertanto, i comuni non potevano avere alcuna consapevolezza in merito alla catastrofe che era in arrivo. Nel frattempo, il numero verde per le emergenze continua ad essere bersagliato dalle chiamate, mentre, oltre a quello di Senigallia, anche gli ospedali di Jesi e di Fano sono alle prese con un’autentica ondata di richieste di ricoveri. Richieste talmente numerose, da avere indotto anche la Regione Toscana a mettere a disposizione le proprie strutture sanitarie.

Credits: Agenzia Fotogramma

17 Settembre 2022

Leggi “L'Apertura di Giornale Radio" a cura di Ferruccio Bovio dal lundeì al sabato, sul sito di Giornale Radio. 

 

 

 

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE
Settembre 30, 2022

Maltempo: autobus si ribalta sulla Palermo-Sciacca, feriti

Categoria: Approfondimenti Autore: Redazione
Un autobus delle autolinee Gallo-Sais, che copre il tragitto Palermo-Sciacca, si è ribaltato questa sera lungo la statale 624, tra Contessa Entellina e Sambuca di Sicilia. Ci sarebbero diversi feriti. Sul posto sono giunte tre ambulanze e alcune squadre dei…

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.