Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

 

Speciale Amministrative 2021

.

.

Il calcio prima di tutto

(Tempo di lettura: 2 - 4 minuti)

A cura di Ferruccio Bovio.

L’argomento sul quale ci soffermiamo oggi ci viene offerto da un articolo del giornale britannico “The Guardian”, che rivela un vergognoso scenario che si cela dietro i frenetici preparativi attualmente in corso per i prossimi Mondiali di calcio. Quelli che si giocheranno in Qatar. Al momento sarebbero, infatti, già 6.500 gli operai morti nei cantieri allestiti per costruire gli stadi e le altre infrastrutture di supporto alla manifestazione. Erano quasi tutti stranieri provenienti prevalentemente da India, Nepal, Bangladesh, Sri Lanka, Filippine e Kenya e lavoravano in condizioni disumane nel tentativo di rispettare le scadenze di un iter che comporta, in tempi assai rapidi, l’edificazione di un numero altissimo di impianti sportivi in un Paese che ne era completamente sprovvisto. Basti ricordare la sorpresa, piuttosto diffusa, con cui venne accolta, nel 2010, l’assegnazione di un campionato mondiale ad una nazione nella quale non era presente nemmeno uno stadio... Quindi oggi il Qatar è, necessariamente, un colossale cantiere edile – privo però delle più elementari forme di tutela per la sicurezza dei suoi operai – che sta, quindi, inevitabilmente costando la vita a tantissimi lavoratori privi di diritti e abbandonati a loro stessi.

Le sciagurate condizioni di lavoro sono rimaste inalterate nel corso degli ultimi anni, senza che nessuno abbia cercato di intervenire, né la Fifa, né alcun altro organo umanitario internazionale: nell’estate del 2019, tanto per fare un esempio, il caldo torrido fu causa di numerosi decessi tra i lavoratori, al punto che la situazione venne rilevata anche dall’Onu. Però, come si suol dire, “the show must go on” e, quindi, tutta l’Europa continua a fingere di ignorare cosa veramente succeda nel Paese arabo, accogliendo, anzi, sempre con il massimo zelo qualsiasi sceicco si presenti con una manciata di miliardi da offrire a qualche club inglese o francese, come ci insegnano i casi del Manchester City e del Paris St. Germain.

Pertanto, in questo giovedì 25 febbraio, saremmo veramente interessati a sondare quale sia il vostro grado di accettazione rispetto a un clamoroso caso di sfruttamento del lavoro che, in qualunque Paese normale, manderebbe direttamente in carcere sia imprese che committenti. Gli organi dirigenti del calcio internazionale dovrebbero intervenire – sia pure in extremis – e revocare al Qatar il mandato di organizzare i Mondiali? Oppure, oramai quello che è stato e stato e figuriamoci se rinunciamo all’evento più appassionante che ci sia? In fondo, chissà quanti uomini sono morti anche per costruire San Pietro o il Duomo di Milano, che c’entriamo noi con quello che avviene in un contesto così culturalmente lontano dal nostro? E poi, le nostre economie, soprattutto in piena emergenza sanitaria, hanno bisogno di commesse dall’estero come noi dell’aria: è il caso di fare troppo i sottili con chi ci può dare una grossa mano per ripartire o, comunque, per tirare avanti? E in definitiva, secondo voi, il denaro finisce sempre per lavare tutto, anche le cose più sporche?

Se avete delle considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo e-mail fb@nextcomitaly.com oppure al nostro account su Facebook. Saremo lieti di rispondervi.

  

25 febbraio 2021

"Contiamo su di te" è il programma di Giornale Radio che dà voce alle opinioni dei nostri ascoltatori. Condotto da Giangiacomo Secchi, è in onda dal lunedì al venerdì a partire dalle 9.45. Partecipa ai nostri sondaggi votando con un “sì” o con un “no” sulle stories dei profili social Facebook e Instagram di Giornale Radio, oppure con un messaggio Whatsapp al numero 351 2386122. Giornale Radio conta su di te!

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE

GIORNALE RADIO ALL NEWS

Giornale Radio Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

ASCOLTACI SU

Please publish modules in offcanvas position.