Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

Inizio Campionato: c’è poco da stare Allegri…

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

A cura di Ferruccio Bovio.

L’argomento sul quale ci soffermiamo oggi, trae lo spunto dalla posizione, imprevedibilmente occupata nella classifica di Serie A, dalla Juventus che, nonostante inizialmente fosse data per favorita dalla maggior parte degli opinionisti, dopo sole tre giornate di campionato, si vede già distanziata di ben otto punti rispetto a chi guida la corsa allo scudetto.

Negli ultimi 52 anni, la squadra bianconera si è trovata solamente una volta, dopo il terzo turno, con un punto solo : e, per la precisione, nel 2015/16, anno in cui, allenata anche allora da Massimiliano Allegri, riuscì comunque, grazie ad una clamorosa rimonta, a conquistare lo stesso il titolo di campione d’Italia. Ed effettivamente, un pareggio e due sconfitte, potrebbero anche non essere la fine del mondo, ma è pur vero che questa Juventus di fine estate non è parsa – almeno per ora – neppure lontana parente di quella formazione che aveva dominato il calcio italiano per nove campionati consecutivi. Il campo ci ha, infatti, presentato una compagine bianconera incapace di mantenere il vantaggio, portata a commettere clamorosi errori di ingenuità e, soprattutto, orfana di quel Cristiano Ronaldo che sia con la sua Nazionale, che con l’esordio in Premier League si è subito riconfermato protagonista assoluto, a suon di goals.

Le incertezze, in due occasioni rivelatesi decisive, di un portiere esperto come Szczesny, sembrano essere il riflesso di uno stato confusionale in cui versa un gruppo di giocatori in parte, forse, appagati dai successi del passato, oppure, in certi casi, semplicemente inadeguati a vestire la maglia più blasonata d’Italia.

Naturalmente, nessuno pretende che Allegri faccia dei miracoli, però, da un allenatore del suo calibro, i tifosi della Vecchia Signora si aspettano, a questo punto, almeno qualche bel gioco di prestigio: infatti, vanno bene la crescita graduale e la comprensione che richiede ogni nuovo ciclo, ma l’ansia e la tensione che si sono venute a creare, non se le sarebbe immaginate proprio nessuno... Pertanto, considerato che il ritardo in classifica non è certo trascurabile, che la qualità delle avversarie è piuttosto elevata e che l’esperienza media della rosa juventina non è delle più collaudate, realizzare la stessa rimonta del 2015 non sarà certamente una facile impresa.

E voi, cari amici, che previsioni vi sentite di fare? Ritenete che la Juventus, per quest’anno, sia già tagliata fuori dalla corsa per lo scudetto o, invece, pensate che abbia ancora ampi margini di recupero?

13 settembre 2021

Se avete considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo mail fb@nextcomitaly.com oppure su Facebook o Instagram
Saremo lieti di rispondervi

 

 

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE

GIORNALE RADIO ALL NEWS

Giornale Radio Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

ASCOLTACI SU

Please publish modules in offcanvas position.