Giornale Radio - Il calcio in tempo di Covid
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

.

Il calcio in tempo di Covid

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

L’argomento sul quale siete chiamati a pronunciarvi oggi prende lo spunto da un compleanno che riguarda centinaia di milioni di appassionati in tutto il mondo: stiamo, infatti, parlando dei 160 anni appena compiuti dal gioco del calcio. Risale proprio al 26 dicembre 1860 la prima partita ufficialmente riconosciuta come tale, disputata con regole codificate e tra due club regolarmente costituiti: erano entrambi di Sheffield che è, quindi, non a caso, considerata la culla del football. Lo Sheffield Football Club, fondato nel 1857, è pertanto la società calcistica più antica del mondo.

Da notare, inoltre, come questo Club abbia celebrato il suo 150° anniversario nel 2007, con una cerimonia a cui partecipò persino il grande Pelè, il quale ebbe a dire «Senza lo Sheffield non ci sarei stato nemmeno io». In quella occasione la squadra disputò un’amichevole celebrativa con la Primavera dell'Inter, il cui Presidente Massimo Moratti fu nominato Vice Presidente onorario del Club inglese.

Da qualche mese, dopo un lungo periodo di stop dovuto al lockdown, il calcio ha ripreso le sue attività in tutto il pianeta, ma con modalità che ne penalizzano notevolmente le componenti emotive e scenografiche. Le squadre giocano, infatti, in stadi deserti, senza il calore e l’incitamento delle tifoserie contrapposte, al punto che possiamo tranquillamente affermare che sia venuta meno anche la tradizionale distinzione tra partite giocate “in casa” e “fuori casa”.

Il calcio sta, quindi, vivendo un periodo di grandi incertezze non solo agonistiche, ma anche ˗ e soprattutto ˗ economiche, essendogli venute a mancare del tutto quelle entrate di denaro che provenivano dagli incassi dei biglietti pagati da un pubblico che accorreva negli stadi sempre molto numeroso.

Pertanto, la domanda che stiamo per porvi questa mattina è diretta a conoscere quali siano le vostre sensazioni in merito a quello che potrà essere il futuro del calcio. Tornerà ad essere quel fenomeno straordinario, capace di imporre i suoi campioni, le sue squadre e le sue manifestazioni all’attenzione di tutto il mondo? Oppure la pandemia avrà lasciato un segno che gli impedirà di riportare ovunque quegli entusiasmi e quelle emozioni ai quali ci aveva da sempre abituati? (Foto di Capri23auto) E così, il quesito che vi poniamo in questo 28 dicembre è il seguente:

Il calcio del dopo Covid sarà ancora appassionante come quello dei suoi anni più belli?

Alla domanda di venerdì “Le funzioni religiose virtuali cancelleranno la presenza fisica dei fedeli in chiesa?” il 75% di voi ha risposto NO, mentre il 25% ha risposto SI. Grazie per aver partecipato al sondaggio di Giornale Radio, continua a votare con noi! Giornale Radio conta su di te. Vota con un “sì” o con un “no” sul sito di Giornale Radio, o dalle stories dei nostri profili social Facebook e Instagram, oppure con un messaggio Whatsapp al numero 351 2386122. "Contiamo su di te" è il programma di Giornale Radio che dà voce alle opinioni dei nostri ascoltatori. Condotto da Giangiacomo Secchi, è in onda dal lunedì al venerdì a partire dalle 9.45.

Ultime Notizie

Testata Giornalistica “Italia Network News” Tribunale di Milano – Reg. n° 141 | Giornale Radio - Iscrizione al R.O.C. Registro Operatori della Comunicazione – Reg. n° 33590

Licenza SIAE Multimedia: 202100000104 - Copyright ©2021 Luckymedia Srl - Società editoriale - P.IVA 02512190998

Privacy & Policy | Credits

Please publish modules in offcanvas position.