Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

Alternanza scuola – lavoro?

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

A cura di Ferruccio Bovio.

Aveva iniziato soltanto da quattro giorni a fare uno stage, nell’ambito delle iniziative “alternanza scuola – lavoro”, in una piccola azienda nella zona industriale di Noventa di Piave, in prossimità di Venezia, quando il diciottenne Giuliano De Seta ha perso la vita travolto da una lastra di acciaio del peso di due tonnellate.

Con questa sconfortante tragedia si ripropone, per l’ennesima volta, il delicatissimo problema dei controlli sulla sicurezza nei posti di lavoro ed in particolare per quanto riguarda la tutela di quegli studenti che provano l’esperienza dell’impegno in fabbrica, nella speranza di garantirsi un più agevole inserimento futuro nella realtà produttiva. Quello che ha ucciso Giuliano De Seta, dall’inizio dell’anno, è il quinto gravissimo incidente accaduto in Italia a dei giovanissimi stagisti: il ragazzo stava concludendo la sua prima settimana di lavoro e mancava – ironia della sorte – solamente un’ora alla chiusura del suo turno, prima che si verificasse l’inaccettabile tragedia.

Adesso, ad occuparsi di ricostruire quanto avvenuto in fabbrica sono gli ispettori del lavoro ed i carabinieri della compagnia di San Donà di Piave.

Le due tonnellate di acciaio che hanno assurdamente spento i sogni, le speranze e le ambizioni di un ragazzo di 18 anni, ci portano a fare qualche considerazione, relativamente all’utilità di quell’istituto dell’alternanza scuola lavoro che, in Italia, è stato introdotto nel 2003, quale “metodo sistematico da introdurre nella didattica curricolare… per avvicinare i giovani al mondo del lavoro, orientarli e promuovere il successo scolastico”. Sorge però spontaneo il dubbio – almeno alla luce di certi eventi luttuosi – che l’iniziativa serva soprattutto alle imprese per poter fruire, per qualche settimana, di manovalanza gratuita da usare e poi restituire alla scuola così come era entrata. Forse l’alternanza scuola – lavoro, al di là dei suoi migliori propositi, rischia di creare uno spazio di confusione tra quelle che, tradizionalmente, sono le prerogative della scuola e quelle del lavoro.

La scuola accompagna, infatti, quel periodo dell’esistenza umana in cui si è ancora liberi dalla necessità di guadagnarsi da vivere e ci si può, quindi, dedicare completamente alla propria formazione di membro attivo della società a venire ( e possiamo, pertanto, considerarlo un investimento sul futuro ). Il lavoro è, invece, il luogo in cui l’individuo impegna se stesso nella produzione di quei beni e di quei servizi che sono, al contrario, finalizzati proprio ad un’utilità immediata (e rappresenta, quindi, una necessità del presente). Tra i due momenti che scandiscono il nostro percorso terreno, ci pare, dunque, che sussista una differenza essenziale che, forse, sarebbe meglio non trascurare, perché alle volte - come ci insegna anche quest’ultima dolorosa vicenda - i conti da pagare possono diventare veramente troppo cari.

19 Settembre 2022

Risultati del sondaggio sui nostri social:

Alla domanda "Quello avvenuto venerdì scorso a Noventa di Piave, in cui ha perso la vita il diciottenne Giuliano De Seta, è il quinto gravissimo incidente che, dall’inizio dell’anno, coinvolge ragazzi impegnati in uno stage di “alternanza scuola lavoro”. Ritenete che sia giunto il momento di chiudere definitivamente questo ciclo di esperienze extra scolastiche che non sempre tutelano adeguatamente l’incolumità degli studenti che vi partecipano?”

Il  67% di voi ha risposto SI, mentre il  33% ha risposto NO. Grazie per aver partecipato al sondaggio di Giornale Radio, continua a votare con noi! Giornale Radio conta su di te.

Se avete considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo mail fb@nextcomitaly.com oppure su Facebook o Instagram
Saremo lieti di rispondervi 

 

 

 

 

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.