Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

Canta quello che ti pare

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

A cura di Ferruccio Bovio.

L’altra sera, partecipando ad una trasmissione televisiva in Spagna, Paese in cui è molto popolare, Laura Pausini ha rischiato di farsi non pochi nemici... Il programma al quale era stata invitata, si chiama “El Hormiguero” (in italiano “il formicaio") e prevedeva che la cantante romagnola si esibisse in qualche brano contenente la parola “corazon”. Ed a quel punto, la Pausini ha cominciato ad intonare “Cuore matto” di Little Tony, che da noi è conosciutissima, ma che nella Penisola Iberica, evidentemente, non lo è altrettanto. Di conseguenza, il conduttore l’ha interrotta, proponendole di cantare, invece, “Bella ciao” che, come è noto, è una musica che ha varcato i confini in ogni parte del mondo. A quel punto però, l’artista di Faenza ha opposto un chiaro rifiuto alla richiesta che le veniva fatta, dichiarando che preferiva non interpretare un testo troppo politico, non piacendole le “canzoni troppo politiche”. Pochi attimi dopo aver pronunciato quelle parole, Laura Pausini – che immaginiamo avrebbe risposto allo stesso modo anche se le avessero chiesto di cantare una canzone del Ventennio – era già finita sul banco degli imputati, prontamente allestito su tutti i tribunali social che, come ben sappiamo, di solito non brillano né per clemenza e né per serenità di giudizio...Le accuse di fascismo che le sono piovute addosso sono facilmente immaginabili, ma non sembrano aver, comunque, intimorito la Pausini che, a sua volta, ha cercato di precisare la sua posizione, scrivendo di avere sempre evitato i brani politici – sia di destra, che di sinistra – avendo scelto, invece, di cantare le cose della vita di tutti i giorni. Per lei il fascismo è senz’altro una vergogna assoluta, ma questo non significa che qualcuno possa usarla per fare propaganda politica e per delinearne, quindi, un profilo che non è il suo.

Il caso probabilmente è stato sufficientemente chiarito, ma non possiamo fare a meno di riflettere su come, in Italia, sia ancora rimasta ben radicata quella mentalità – tipica della seconda metà del Novecento – che porta a giudicare cosa sia bene o cosa sia male esclusivamente sulla base dell’adesione a quelli che sono i nostri convincimenti politici. Basta non schierarsi apertamente su una questione qualsiasi che a noi sta a cuore ed ecco che si diventa subito nostri nemici...Ed allo stesso modo, la neutralità di un artista rispetto ai grandi temi della politica – e qui stiamo parlando di musica leggera e non di cinema impegnato - tende ad essere considerata come una scelta di campo pericolosamente avversa alla nostra. E su queste basi che nacque, ad esempio, la leggenda di un Lucio Battisti finanziatore della destra eversiva... Da allora è passato circa mezzo secolo, ma – almeno a giudicare dagli accanimenti che si sprigionano sui social – si direbbe che quell’intolleranza aprioristica e totalizzante sia rimasta ancora una tendenza di estrema attualità.

15 Settembre 2022

Risultati del sondaggio sui nostri social:

Alla domanda "Laura Pausini, per avere rifiutato di cantare “Bella Ciao” alla TV spagnola - ritenendola una canzone “troppo politica” e, quindi, del tutto lontana dai temi classici del suo repertorio - è finita, accusata superficialmente di fascismo, sui tribunali di tutti i social. Secondo voi, in Italia, viviamo ormai in un clima caratterizzato da un’intolleranza eccessiva?”

Il 78% di voi ha risposto SI, mentre il 12% ha risposto NO. Grazie per aver partecipato al sondaggio di Giornale Radio, continua a votare con noi! Giornale Radio conta su di te.

Se avete considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo mail fb@nextcomitaly.com oppure su Facebook o Instagram
Saremo lieti di rispondervi 

 

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.