Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

E vissero felici e contenti

(Tempo di lettura: 2 - 4 minuti)

A cura di Ferruccio Bovio.

Nel celebrare i settant’anni del suo interminabile regno, Elisabetta II d’Inghilterra ha anche colto l’occasione per fare luce, per la prima volta, su quelle che sono le sue intenzioni relativamente alla successione al trono (se e quando la cosa avverrà mai, vista la caparbietà – sostenuta da una salute a prova di bomba - con la quale la regina mostra di voler restare attaccata alla corona). Infatti, non era mai successo che Elisabetta parlasse in pubblico del futuro della Royal Family, indicando nella persona del suo primogenito Carlo, l’unico vero principe destinato a diventare re. E se il fatto, per certi versi, può aver anche stupito i sudditi di Sua Maestà, nonché gli appassionati di gossip di tutto il mondo (probabilmente più orientati a pensare che ad avere più chanche fosse William, il figlio di Lady D e dello stesso Carlo), non meno sorprese ha suscitato anche l’auspicio, espresso dall’inquilina di Buckingham Palace, affinché l’attuale nuora, Camilla Parker, possa un giorno affiancare il marito con il titolo di “regina consorte”. Nel suo messaggio ufficiale, la novantaseienne sovrana ha espresso il "sincero desiderio" che l’attuale duchessa di Cornovaglia, seconda moglie del principe ereditario Carlo, ”sia un giorno conosciuta come la regina consorte” una volta che sarà avvenuta la successione. E con queste parole, la suocera ha, di fatto, messo fine ad un fiume di discussioni che, da oltre vent’anni, vertevano su quello che avrebbe dovuto essere il futuro status di Camilla. Amante di Carlo già nel periodo in cui era sposato con la popolarissima principessa Diana e poi sua moglie ufficiale dal 2005, la signora Parker Bowles non è mai stata pienamente accettata dall’opinione pubblica britannica, che vedeva in lei una sorta di “terza incomoda” rovina famiglie, impegnata a turbare la quiete di quello che apparentemente doveva risultare un matrimonio da favola.

Sarà, quindi, molto difficile, che salendo al trono, Camilla pur divenendo “regina consorte”, riesca anche a farsi pacificamente percepire come un’autentica regina del popolo. Dietro di lei – un po’ come nel famoso film di Alfred Hitchcock “Rebecca la prima moglie” - ci sarà sempre l’ingombrante presenza della mai dimenticata Lady Diana. Perlomeno, a giudicare da quanto si legge, in questi giorni, sui social e sui media che, rappresentando in genere uno specchio piuttosto credibile degli umori nazionali, tendono a registrare il ritorno di un moto di nostalgia e di rinnovato amore nei confronti di quella che la gente continua a ricordare come la “principessa triste”. L’unica figura della Royal Family, ad essere rimasta incessantemente amata - da ormai un quarto di secolo - da un popolo che ancora oggi, nell’anniversario della sua morte, ricopre amorevolmente la cancellata della sua residenza con fiori, bigliettini, pupazzetti e foto.

Nel corso di quello che è stato il regno più lungo della storia britannica, Elisabetta II ha conosciuto i governi di quattordici primi ministri (da Churchill a Johnson) ed ha dovuto accettare alcune enormi trasformazioni del suo Paese, prima fra tutte la fine dell’impero britannico, cui hanno fatto seguito l’uscita dall’Unione Europea e, da ultimo, la difficile gestione della pandemia. Molti sono stati anche i problemi che le sono venuti proprio direttamente dai suoi figli e dai suoi nipoti e che hanno fatto e tuttora continuano a fare la fortuna dei giornali scandalistici. Eppure, l’abdicazione sembra ancora un termine del tutto sconosciuto al suo vocabolario.

E voi, cari lettori, che previsioni vi sentite di fare? Verrà mai il giorno in cui Carlo e Camilla potranno finalmente regnere felici e contenti?

08 Febbraio 2022

Se avete considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo mail fb@nextcomitaly.com oppure su Facebook o Instagram
Saremo lieti di rispondervi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.