Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

 

.

.

Al G20 di Bali la pace è lontana tra Russia e Ucraina | 16/11/2022 | Il Corsivo



A cura di Daniele Biacchessi Il G20 di Bali in Indonesia non risolve la controversia politica, militare ed economica tra Russia e Ucraina. Anzi le distanze si allargano fino a far sgombrare il campo da ogni ricerca di una via diplomatica al conflitto. Il leader ucraino Zelensky pone dieci condizioni per avviare una trattativa con Mosca: sicurezza nucleare, sicurezza alimentare, sicurezza energetica, rilascio di tutti i prigionieri e i deportati, attuazione della Carta delle Nazioni Unite e ripristino dell’integrità territoriale dell’Ucraina e dell’ordine mondiale, ritiro delle truppe russe e cessazione delle ostilità, giustizia, necessità di proteggere immediatamente l’ambiente, prevenzione dell’escalation, conferma della fine della guerra. Secondo il ministro degli Esteri russo Lavrov, la proposta di Zelensky è irricevibile. "La Russia vuole vedere fatti concreti, e non parole sull’influenza esercitata dall’Occidente su Zelensky perché accetti di negoziare. I Paesi occidentali hanno cercato in ogni modo di politicizzare la dichiarazione finale del vertice del G20" , sostiene Lavrov. Nella dichiarazione finale del G20 di Bali, infatti, i leader mondiali deplorano in maniera ferma l’invasione russa dell’Ucraina e Mosca si trova isolata e sempre più sola nello scenario mondiale. Anche l'idea del Presidente francese Macron di indurre la Cina ad intercedere su Putin per sedersi intorno al tavolo delle trattative non porta risultati concreti. L'Italia non ha un ruolo attivo nel tentativo di pacificazione tra Russia e Ucraina e il G20 di Bali serve a Giorgia Meloni per calibrare meglio i rapporti internazionali del suo Governo tramite i colloqui con Joe Biden, il leader turco Erdogan, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, il Presidente cinese Xi Jinping e quello indiano Modi. Chi si attendeva svolte diplomatiche del conflitto rimane fortemente deluso.

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.