Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

Confesercenti: 90.000 attività a rischio

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

A cura di Ferruccio Bovio

Senza un intervento immediato per limitare l’impatto degli aumenti di energia e gas, le piccole imprese di turismo e terziario si troveranno a pagare nei prossimi 12 mesi una maxi bolletta da 11 miliardi di euro, circa 8 miliardi in più rispetto ai 12 mesi precedenti. A lanciare l’allarme è la Confesercenti che parla di “una stangata insostenibile, che rischia di mettere fuori mercato 90mila attività”.

Sulla base delle tariffe attuali di luce e gas, Confesercenti ha stimato l’aggravio dei costi che dovranno sostenere le imprese con meno di 20 dipendenti e che operano nel turismo e negli altri comparti del terziario, dal commercio ai servizi. A pagare la bolletta più cara saranno le imprese del settore della ristorazione, che si troveranno a spendere – a parità di consumi – quasi 2 miliardi di euro in più (+1.944 milioni), mentre per i bar e le altre attività senza cucina l’aggravio sarebbe di poco più di un miliardo di euro (+1.045 milioni).

L’impatto andrà ad incidere pesantemente anche sulla ricettività alberghiera: per hotel, pensioni e alberghi di piccole dimensioni l’esborso aggiuntivo sarà, infatti, di oltre 1,5 miliardi di euro (+1.575 milioni). Per i negozi di vicinato, invece, il caro bollette comporterà una spesa di 912 milioni di euro in più, mentre l’aumento di esborso per i distributori carburanti sarà di +436 milioni di euro in dodici mesi.

I rincari avranno, ovviamente, un effetto negativo anche sui consumi. Bollette e inflazione stanno, infatti, spingendo le famiglie a rivedere i propri budget, in uno scenario condizionato dall’aumento delle spese fisse. La quota di spesa media mensile impegnata dalle spese di casa e dalle utenze (abitazione, acqua, elettricità e gas), passa dal 37,4% del 2021 al 38% del 2022, e anche l’incidenza della spesa per trasporti aumenta di 0,7 punti. A farne le spese sono, di conseguenza, tutte le altre voci, comprese le spese per la salute.

L’Associazione dei commercianti chiede, pertanto, “interventi mirati per le attività di minori dimensioni. Fino ad ora si è, infatti, intervenuti soprattutto a favore delle imprese medio-grandi: il credito di imposta, ad esempio, è destinato solo ad utenze sopra i 16,5 kilowatt di potenza. Occorre, invece, ampliarlo ed estenderlo anche alle piccole imprese, prorogando gli interventi di sostegno almeno fino al 31 dicembre 2022. Ma servono anche rateazioni lunghe per attutire lo shock”.

28 Agosto 2022


Le notizie di "Economy News - Edizone del week-end", il programma di Giornale Radio. In Redazione Ferruccio Bovio, in Studio Roberto Frangipane.

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE
Settembre 28, 2022

Anziana trovata morta in casa Siena, indagine per omicidio

Categoria: Approfondimenti Autore: Redazione
(ANSA) - SIENA, 28 SET - Si indaga per omicidio dopo la scoperta, martedì sera, del cadavere di una donna, 81 anni, in un'abitazione a Siena. A confermarlo il pm Nicola Marini all'uscita dalla casa dell'anziana, che abitava da sola in un palazzo in largo…

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.