Giornale Radio - Centro Tartarughe Marine Wwf di Molfetta, 1.000 esemplari rilasciati in 26 mesi
GR live
  • Birmania: media, oggi ucciso un quarto manifestante

  • Hong Kong: polizia accusa 47 attivisti di 'eversione'

  • Croazia: morto per infarto sindaco di Zagabria Milan Bandic

  • Birmania: media, uccisi tre manifestanti

  • Usa, una seconda donna accusa Cuomo di molestie sessuali

  • Covid: Germania, superata quota 70 mila morti

  • Covid: Usa, la Fda autorizza il vaccino monodose della Johnson&Johnson

  • Cnn, ci fu strage di cristiani a santuario Tigré a novembre

  • Birmania, manifestante uccisa a colpi d'arma da fuoco

  • Mitsotakis, la vittoria contro il Covid è all'orizzonte

  • Birmania: media, oggi ucciso un quarto manifestante

  • Hong Kong: polizia accusa 47 attivisti di 'eversione'

  • Birmania: media, uccisi tre manifestanti

  • Usa, una seconda donna accusa Cuomo di molestie sessuali

  • Covid: Germania, superata quota 70 mila morti

  • Covid: Usa, la Fda autorizza il vaccino monodose della J

  • Cnn, ci fu strage di cristiani a santuario Tigré a novembre

  • Serie A: Bologna-Lazio 2-0

  • Birmania, manifestante uccisa a colpi d'arma da fuoco

  • Lady Gaga piange di gioia per il ritrovamento dei cani

Giornale Radio  - Centro Tartarughe Marine Wwf di Molfetta, 1.000 esemplari rilasciati in 26 mesi
Giornale Radio  - Centro Tartarughe Marine Wwf di Molfetta, 1.000 esemplari rilasciati in 26 mesi

Centro Tartarughe Marine Wwf di Molfetta, 1.000 esemplari rilasciati in 26 mesi

(Tempo di lettura: 1 minuto)
Roma (Adnkronos)() - Negli ultimi 26 mesi il Centro Recupero Tartarughe Marine Wwf di Molfetta ha raggiunto un importante obiettivo: sono state prima marcate e poi liberate mille tartarughe della specie Caretta caretta. Di queste mille dieci sono state dotate di un satellitare, con tecnologia Gsm che ne permetterà il tracciamento. I satellitari - spiega il Wwf - sono stati realizzati nell’ambito un progetto Life, da un pool di ricercatori dell’Università slovena di Primorska. In sintesi, quando la tartaruga emerge per respirare, l’apparecchio, collocato sul carapace, trasmette la posizione Gps attraverso tecnologia Gsm. In un secondo momento, i punti di emersione vengono collegati fra loro, permettendo così ai ricercatori di ricostruire il percorso della tartaruga. Il Centro di Molfetta collabora da oltre 15 anni con le marinerie di Bisceglie, Trani Molfetta, nonché con il Dipartimento di Medicina Veterinaria di Bari, con l’Università La Sapienza di Roma e con l'Università di Pisa, per la salvaguardia e il recupero delle tartarughe marine.

 

.

Ultime Notizie

Testata Giornalistica “Italia Network News” Tribunale di Milano – Reg. n° 141 | Giornale Radio - Iscrizione al R.O.C. Registro Operatori della Comunicazione – Reg. n° 33590

Licenza SIAE Multimedia: 202100000104 - Copyright ©2021 Luckymedia Srl - Società editoriale - P.IVA 02512190998

Privacy & Policy | Credits