ì

Dentro le notizie

Coldiretti: l’invasione di insetti alieni causa un miliardo di danni

today24 Febbraio 2024 138

Sfondo
share close
A cura di Ferruccio Bovio

Da un’analisi della Coldiretti, presentata a Myplant and Garden Evento (che si è concluso ieri alla Fiera di Milano), emerge che l’invasione di insetti e organismi alieni – portati nelle campagne, nei boschi e nei vivai italiani dai cambiamenti climatici e dalla globalizzazione degli scambi (favoriti tra l’altro) dagli scarsi controlli alle frontiere europee – ha causato danni per oltre un miliardo, con gravissimi effetti sul piano ambientale, paesaggistico ed economico.

Il presidente, Ettore Prandini, ha spiegato che, oltre ad essere sotto accusa il cambiamento climatico, lo è anche il sistema di controllo dell’Unione Europea “con frontiere colabrodo” che lasciano passare materiale vegetale infetto e parassiti vari. Coldiretti denuncia, quindi, una politica europea troppo permissiva, che consente l’ingresso di prodotti agroalimentari e florovivaistici nell’Ue senza che siano applicate le cautele e le quarantene che devono, invece, superare i nostri prodotti nazionali quando vengono esportati con estenuanti negoziati e dossier che durano anni.

24 Febbraio 2024

Se avete considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo mail fb@nextcomitaly.com oppure su Facebook o Instagram
Saremo lieti di rispondervi

Scritto da: Giornale Radio

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno: notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

0%
Apri la chat
Scrivi alla redazione
Contatta il team di Giornale Radio
Partecipate allo sviluppo di Giornale Radio con i vostri commenti anche in audio. Inviateci le foto e segnalazioni di eventi e fatti da rendere pubblici attraverso i nostri canali, perché anche voi siete Giornale Radio!