ì

Dentro le notizie

Rapporto di UNIMPRESA sulla povertà in Italia

today30 Aprile 2024 361

Sfondo
share close
A cura di Ferruccio Bovio

Da un rapporto del Centro Studi di Unimpresa, emerge che una fascia della popolazione italiana vicina al 15% è a rischio povertà: sono, infatti, oltre 8 milioni e mezzo i nostri connazionali che rientrano nell’area di disagio sociale e che, quindi, devono sopportare una condizione economica decisamente precaria. Si tratta di numeri che, comunque, sono lievemente in calo rispetto a quelli del 2022, poichè l’attuale quota di individui a rischio povertà ( che è pari a 8 milioni e 440 mila) risulta, appunto, in discesa di circa 28mila unità rispetto all’anno precedente.  Il rapporto segnala, inoltre, che gli aumenti dei dati relativi al mercato del lavoro negli ultimi mesi, non bastano ad eliminare le zone ad altissimo rischio, con quasi 2 milioni di disoccupati a cui vanno sommati 6,6 milioni di cosiddetti “working poor”: e cioè, quei lavoratori che non guadagnano abbastanza per rimanere al di sopra della soglia di povertà.

Ad essi vanno poi aggiunti anche gli oltre 5 milioni di soggetti in povertà assoluta che portano il totale degli Italiani in difficoltà parziale o estrema a quasi 14 milioni di unità.

30 Aprile 2024

Se avete considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo mail fb@nextcomitaly.com oppure su Facebook o Instagram
Saremo lieti di rispondervi

Scritto da: Giornale Radio

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno: notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

0%
Apri la chat
Scrivi alla redazione
Contatta il team di Giornale Radio
Partecipate allo sviluppo di Giornale Radio con i vostri commenti anche in audio. Inviateci le foto e segnalazioni di eventi e fatti da rendere pubblici attraverso i nostri canali, perché anche voi siete Giornale Radio!