ì

Dentro le notizie

RC Auto: aumento medio del 6,5% in 12 mesi

today1 Maggio 2024 362

Sfondo
share close
A cura di Ferruccio Bovio

In Italia, il premio medio medio pagato per assicurare un’auto è aumentato del 6,5% rispetto all’anno precedente, confermando quella tendenza al rialzo (riscontrata negli ultimi due anni) che potrebbe proseguire anche per tutto il 2024, portando così il costo medio di una polizza auto ben oltre i 395 euro rilevati dall’IVASS ( l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) nel secondo mese dell’anno.

Ed a questo proposito, il Codacons segnala come a contribuire agli aumenti dei costi sia recentemente intervenuta anche la crisi del Mar Rosso che, allungando i tempi di consegna dei pezzi di ricambio, ne sta facendo lievitare i prezzi, per un importo complessivo che il Codacons stima in 780 milioni di euro l’anno: pari cioè, a circa 24 euro in più a polizza rispetto alle tariffe di febbraio 2023. Sui rincari delle Rc auto sta pesando anche l’aumento dei furti di auto che, nel 2023, sono aumentati del 7%, al contrario degli incidenti stradali, il cui numero – stando a quanto reso noto dall’ACI – è, invece, diminuito dell’1% nel primo semestre del 2023.

01 Maggio 2024

Se avete considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo mail fb@nextcomitaly.com oppure su Facebook o Instagram
Saremo lieti di rispondervi

Scritto da: Giornale Radio

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno: notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

0%
Apri la chat
Scrivi alla redazione
Contatta il team di Giornale Radio
Partecipate allo sviluppo di Giornale Radio con i vostri commenti anche in audio. Inviateci le foto e segnalazioni di eventi e fatti da rendere pubblici attraverso i nostri canali, perché anche voi siete Giornale Radio!