ì

L'apertura di Giornale Radio

Orbán in Russia da Putin. Michel: “Non ha mandato della Ue per farlo”

today5 Luglio 2024 11141 321 3

Sfondo
share close

A cura di Daniele Biacchessi

Orbán in Russia da Putin. 

Pochi giorni dopo aver assunto la presidenza di turno della Ue, Viktor Orban, l’unico leader europeo ad avere mantenuto buoni rapporti con la Russia, si reca al Cremlino per un faccia a faccia con Vladimir Putin. Non è la prima volta che Orban incontra il leader russo: lo aveva già visto nell’ottobre 2023. Viktor Orban sarà accompagnato dal suo ministro degli esteri Peter Szjiarto, e l’obiettivo dichiarato è quello di presentare a Putin lo stesso piano di pace offerto a Zelensky: l’avvio di negoziati e il cessate il fuoco tra Russia e Ucraina. Kiev ha già definito come irricevibile la proposta di Orban, e con ogni probabilità farà Putin. Quello di Orban resta dunque un tentativo di smarcarsi dalle politiche anti russe dell’Unione Europea e aprire una strada alternativa di tipo populista.
Michel: “Non ha mandato della Ue per farlo”.
La presidenza di turno dell’Ue non ha il mandato di impegnarsi con la Russia per conto dell’Ue. Il Consiglio europeo è chiaro: la Russia è l’aggressore, l’Ucraina è la vittima. Nessuna discussione sull’Ucraina può aver luogo senza l’Ucraina“, dice il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel

Credits Foto: Agenzia Fotogramma

05 Luglio 2024

Scritto da: Giornale Radio

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno: notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

0%
Apri la chat
Scrivi alla redazione
Contatta il team di Giornale Radio
Partecipate allo sviluppo di Giornale Radio con i vostri commenti anche in audio. Inviateci le foto e segnalazioni di eventi e fatti da rendere pubblici attraverso i nostri canali, perché anche voi siete Giornale Radio!