ì

L'apertura di Giornale Radio

Scuote la terra a Campi Flegrei. Paura a Napoli: la popolazione dorme in auto e tende a Pozzuoli e Bagnoli

today21 Maggio 2024 10242 260 3

Sfondo
share close

A cura di Daniele Biacchessi

Scuote la terra a Campi Flegrei, paura a Napoli

Da mesi la terra trema nella zona di Campi Flegrei, ma mai è stato raggiunto il picco tellurico registrato dal tardo pomeriggio di ieri fino a notte inoltrata.  Almeno 150 scosse hanno interessato l’area nell’arco di 5-6 ore. La prima scossa si è avvertita alle 19.51, di magnitudo 3.5, a una profondità di 3 chilometri. Il fenomeno più forte si è verificato intorno alle 20.10con magnitudo 4,4: è la più forte degli ultimi 40 anni. Altri due eventi alle 21,46 e alle 21,55, rispettivamente di magnitudo 3,9 e 3,1. Una quinta scossa di 3,6 alle 23, è stata avvertita ancora nella zona dei Campi Flegrei e dai residenti di diversi quartieri di Napoli, localizzata dalla sala operativa dell’osservatorio vesuviano dell’Ingv a una profondità di 3 chilometri. A mezzanotte un nuovo episodio, più lieve, di magnitudo 2,0, e ancora poco prima dell’1 di 2,8.
La popolazione dorme in auto e tende a Pozzuoli e Bagnoli
A Pozzuoli e a Bagnoli sono state montate le tendopoli predisposte dalla Protezione Civile per dare un tetto a chi ha deciso di non fare ritorno nei propri appartamenti. Nelle tendopoli, sono state ospitate anche le 35 famiglie sfollate a Pozzuoli, che hanno ricevuto assistenza psicologica. Sono stati anche distribuiti pasti, mentre molti cittadini hanno preferito passare la notte in auto. Le scosse sono state chiaramente sentite non solo nella zona collinare e centrale della città, ma anche nei comuni dell’hinterland, come Quarto, Casavatore e Giugliano in Campania. Segnalazioni pure da Afragola.
Gli esperti dell’Osservatorio vesuviano
Secondo l’Osservatorio Vesuviano, non si registrano allo stato attuale né un aumento della velocità di sollevamento, che attualmente è di 2 cm/mese, né variazioni di andamento delle deformazioni orizzontali o locali del suolo diverse rispetto all’andamento precedente. Durante la crisi bradisismica del 1982-84, il sollevamento del suolo raggiunge i 9 cm al mese, e si superarono anche 1300 eventi sismici al mese.

Credits Foto: Agenzia Fotogramma

21 Maggio 2024

Scritto da: Giornale Radio

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno: notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

0%
Apri la chat
Scrivi alla redazione
Contatta il team di Giornale Radio
Partecipate allo sviluppo di Giornale Radio con i vostri commenti anche in audio. Inviateci le foto e segnalazioni di eventi e fatti da rendere pubblici attraverso i nostri canali, perché anche voi siete Giornale Radio!