ì

L'opinione

Caso Egonu: un Vannacci più superficiale che razzista

today29 Febbraio 2024 446

Sfondo
share close
A cura di Ferruccio Bovio

Probabilmente, per il generale Roberto Vannacci, questo 2024 non sta nascendo all’insegna della serenità… Infatti, alle questioni legate alle “note spese” presentate al Ministero durante la sua permanenza a Mosca (e di cui abbiamo già parlato nei giorni scorsi), si è aggiunta adesso anche la querela presentata, nei suoi confronti, dalla pallavolista, Paola Egonu, per alcune affermazioni che la riguardano e che si possono leggere nell’ormai notissimo libro “Il mondo al contrario”, che ha fatto del Vannacci stesso un autore di successo. Per la precisione, le parole “incriminate” sono le seguenti “anche se Paola Egonu è italiana di cittadinanza, è evidente che i suoi tratti somatici non rappresentano l’italianità che si può invece scorgere in tutti gli affreschi, i quadri e le statue che dagli etruschi sono giunti ai giorni nostri”. Ed è, quindi, proprio  contro quel riferimento ai suoi “tratti somatici” che la venticinquenne star del volley azzurro ha deciso di agire in giudizio. Per ora, il pubblico ministero incaricato di esaminare il fascicolo, ha chiesto l’archiviazione del caso, non ravvisando, evidentemente, elementi validi per procedere oltre. Tuttavia, la cosa non sembra destinata ad esaurirsi in questo modo, poiché la Egonu, tutt’altro che rassegnata, ha fatto opposizione, ottenendo, di conseguenza, il passaggio del caso alle competenze del giudice per le indagini preliminari che dovrà ora stabilire, in maniera definitiva, se dare seguito o meno alla querela.

Non c’è bisogno certamente di un esame del DNA per capire che Paola Egonu non è parente della maggior parte di noi…Tuttavia, quel soffermarsi di Vannacci sulla evidenza di “tratti somatici” che riportano ad origini lontane dalla nostra Penisola, ci  sembra un ragionamento piuttosto fragile per due ordini di motivi. Il primo – ed è forse anche il più ovvio – è quello che a definire l’idea di “italianità”, più dei “tratti somatici” pensiamo debbano essere i “tratti culturali”: quelli che cioè, ad esempio, hanno portato la stessa Egonu, in una sua intervista di qualche anno fa, a parlare del privilegio di poter “rappresentare il  proprio Paese”. L’altro argomento del generale che ci convince poco è poi quel riferimento a modelli estetici e morfologici che risalirebbero addirittura all’antichità…L’Italia è una terra che ha conosciuto, per secoli, le più disparate forme di dominazione straniera le quali, inevitabilmente, hanno reso praticamente impossibile la ricostruzione o l’individuazione di un “homo italicus” tipico…Vede, per caso, Vannacci, in quell’arte antica che chiama in causa, la presenza di barbe o capelli rossi? Magari si, a partire però dall’arrivo dei Normanni nel nostro Mezzogiorno…

Comunque, al di là di una certa povertà argomentativa, resta il fatto che – almeno a nostro parere – Roberto Vannacci ha espresso una sua personalissima opinione, che non ci pare sconfinare nel razzismo, dal momento che si è ben guardato dal sostenere che un’etnia sia superiore ad un altra.

Possiamo, pertanto, condividere la decisione di archiviare la querela?

Risultati del sondaggio sui nostri social:

Alla domanda, il 57% di voi ha risposto SI, mentre il 43% ha risposto NO. Grazie per aver partecipato al sondaggio di Giornale Radio, continua a votare con noi! Giornale Radio conta su di te.

Credits: Stranieri in Italia

29 Febbraio 2024

Se avete considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo mail fb@nextcomitaly.com oppure su Facebook o Instagram
Saremo lieti di rispondervi

Scritto da: Giornale Radio

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno: notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

0%
Apri la chat
Scrivi alla redazione
Contatta il team di Giornale Radio
Partecipate allo sviluppo di Giornale Radio con i vostri commenti anche in audio. Inviateci le foto e segnalazioni di eventi e fatti da rendere pubblici attraverso i nostri canali, perché anche voi siete Giornale Radio!