ì

L'opinione

Il divorzio di “chi può” e la coabitazione obbligata di “chi non può”

today26 Febbraio 2024 412

Sfondo
share close
A cura di Ferruccio Bovio

Il fenomeno non è certo una novità, tuttavia ci pare sempre più una cosa da “poveracci” quel desiderio morboso di impicciarsi delle vicende che riguardano la vita privata di personaggi che neanche conosciamo e che, soprattutto, non conoscono noi. In fondo, si tratta di intromissioni che se avvenissero nei nostri confronti ci darebbero un enorme fastidio e, magari, ci spingerebbero anche ad agire in giudizio…Ciò nonostante, dobbiamo riconoscere che lo spazio dedicato dai media alla presunta crisi matrimoniale che sarebbe in corso tra Ferragni e Fedez, non ha molto da invidiare a quello che solitamente viene assegnato alle grandi questioni internazionali. E’ diventato, quindi, un fatto di importanza primaria sapere se i due vivano ancora sotto lo stesso tetto, oppure se lei porti ancora la vera al dito…

Non si può, inoltre, ignorare che, a partire dall’ affare Balocco, i due – fino a ieri – fortunatissimi ragazzi sono stati oggetto di una vera e propria tempesta di rancore e di invidia, che ha aperto, sui social, un’autentica autostrada alle scorribande dei vari odiatori di professione o anche – più semplicemente – a quelle di tanti individui frustrati da una quotidianità che appare loro così insulsa e banale, rispetto alle ville sul Lago ed ai facili guadagni dei Ferragnez.

In fondo, a stupirci è anche l’eccessiva attenzione prestata ad un evento – come quello della fine di  una storia coniugale – che, in realtà, è diventato quasi la norma per la maggior parte delle coppie… Al punto che a fare notizia dovrebbe, forse, essere più un matrimonio che che prosegue nel tempo, rispetto al diffuso fallimento di quelli che gli stanno intorno: sempre che – ovviamente e come spesso capita – non si tratti di una “stabilità” obbligata e dettata da una mancanza di risorse economiche che impedisce ai coniugi di intraprendere, autonomamente, una nuova esistenza. Questi dovrebbero essere – almeno a nostro avviso – i veri problemi di cui la nostra società dovrebbe acquisire maggiore consapevolezza: i padri separati costretti a dormire nelle auto perché non possono più permettersi di pagare un secondo affitto oppure le coabitazioni forzate nelle case dei nonni per consentire ad una donna di non rinunciare al suo lavoro per occuparsi dei bambini….Altro che i contrasti tra due privilegiati che, comunque vadano le cose, sotto un ponte non ci finiranno mai…Siete d’accordo anche voi?

Credits: Agenzia Fotogramma

Risultati del sondaggio sui nostri social:

Alla domanda, il 25% di voi ha risposto SI, mentre il 75% ha risposto NO. Grazie per aver partecipato al sondaggio di Giornale Radio, continua a votare con noi! Giornale Radio conta su di te.

26 Febbraio 2024

Se avete considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo mail fb@nextcomitaly.com oppure su Facebook o Instagram
Saremo lieti di rispondervi

Scritto da: Giornale Radio

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno: notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

0%
Apri la chat
Scrivi alla redazione
Contatta il team di Giornale Radio
Partecipate allo sviluppo di Giornale Radio con i vostri commenti anche in audio. Inviateci le foto e segnalazioni di eventi e fatti da rendere pubblici attraverso i nostri canali, perché anche voi siete Giornale Radio!