Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

Coalizioni molto fragili

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

A cura di Ferruccio Bovio

Ci stiamo avvicinando rapidamente al 25 settembre e cioè al momento in cui tutte le non indifferenti contraddizioni che pesano sulle due principali coalizioni elettorali finiranno per affiorare, rendendo ben difficile il compito di chi sarà chiamato a dare vita ad un nuovo governo. Cominciamo oggi a radiografare i malumori e gli imbarazzi che, almeno per il momento, si limitano a sonnecchiare all’interno dello schieramento che tutti i sondaggi danno come sicuro vincente. Difficile per chiunque far finta di ignorare che, a livello programmatico, nella destra sono rimaste irrisolte questioni altamente divisive, alle quali il dibattito elettorale, fino ad oggi, ha essenzialmente cercato di mettere il silenziatore. Infatti, nonostante i non pochi tentativi messi in atto da Antonio Tajani e Licia Ronzulli per ridurre del tutto Forza Italia ad una sorta di “dependance” della Lega, permangono ancora – tra Berlusconi e Salvini – sensibilità ben distinte per quanto concerne i rapporti con l’Unione Europea, dove entrambi aderiscono a Gruppi profondamente diversi tra di loro, quali sono il Partito Popolare Europeo per il primo ed Identità e Democrazia, dove il secondo siede a fianco di Marine Le Pen.

Per non parlare poi dell’abisso che esiste fra l’atlantismo orgogliosamente sbandierato, in ogni occasione, da Giorgia Meloni ed il malcelato filoputinismo di Matteo Salvini che lo ha portato persino a siglare un patto con Russia Unita (e cioè con il partito di Putin), sul quale, almeno fino ad ora, nessuno nel centro destra ha trovato il coraggio di obiettare qualcosa. In queste ore tutti i media non fanno altro che riportare le notizie relative ai 300 milioni di dollari che la Russia avrebbe speso per finanziare alcuni partiti nei paesi occidentali. Il segretario della Lega, sentendosi magari sotto la lente di ingrandimento, ha subito minacciato querele a destra e a manca, facendoci ricordare quel detto latino secondo il quale una scusante non richiesta, può rivelarsi un’autoaccusa...

Ad allungare le distanze tra i tre partiti che formano l’alleanza di destra ci sono poi anche gli orientamenti che dovrebbero guidare la politica economica e finanziaria, sulla quale Salvini - cercando disperatamente di recuperare il terreno elettorale perduto a vantaggio di Fratelli d’Italia o di altre formazioni minori - ha deciso di puntare tutte le sue carte, anche a costo di arrivare a polemizzare, in maniera abbastanza plateale, con la sua collega/rivale Giorgia Meloni, divenuta nel frattempo, dopo due anni di irriducibile opposizione, più rigorosamente draghiana dello stesso Draghi.... E da questa esigenza nasce, ad esempio, la richiesta leghista di procedere all’ormai famoso “scostamento di bilancio” di trenta miliardi, apertamente escluso dalla Meloni, per far fronte alle immediate emergenze energetiche.

E poi c’è il terreno fiscale su cui Berlusconi propone un’aliquota per la flat tax, Salvini un’altra e Meloni – ammesso e non concesso che ne sia convinta - un’altra ancora….E che dire delle cartelle esattoriali che la Lega ( e magari anche Forza Italia ) vorrebbero ridurre a i minimi termini, mentre i Fratelli d’Italia sembrano orientati a ritoccare solo marginalmente, così tanto per dare un contentino ai due alleati di governo? Domani parleremo dei problemi che albergano, invece, nello schieramento di centro sinistra.

Credits: Agenzia Fotogramma

15 Settembre 2022

“Il Corsivo" di Ferruccio Bovio è in onda su Giornale Radio All News dal lunedì al sabato a partire dalle 4 del mattino. Ascolta anche in podcast!
Per contattare l'autore scrivere a fb@nextcomitaly.com 

 

 

 

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE
Ottobre 01, 2022

Maltempo: innalzamento repentino fiume Misa a Senigallia

Categoria: Approfondimenti Autore: Redazione
(ANSA) - ANCONA, 01 OTT - A Senigallia c'è stato un innalzamento repentino del Misa a Bettolelle, una delle zone inondate la notte del 15 settembre. Lo segnala il Comune nella sua pagina Facebook, secondo il consueto metodo di allertamento seguito…

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.