Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Telegram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

Giornale Radio - La Commissione europea ha presentato il Piano “RePowerEu” | 20/05/2022 | Sostenibilità

La Commissione europea ha presentato il Piano “RePowerEu” | 20/05/2022 | Sostenibilità



La Commissione europea ha presentato il Piano “RePowerEu”, studiato per “rendere l’Europa indipendente dai combustibili fossili russi ben prima del 2030”. Obbiettivo raggiungibile da un lato investendo in rinnovabili ed efficienza energetica e dall’altro legandosi ad altri fornitori di energia fossile. “Tutto ciò – ha dichiarato la presidente della Commissione, Ursula Von der Leyen - richiederà ovviamente massicci investimenti e riforme”: e per questo motivo l’Unione Europea sta mobilitando quasi 300 miliardi di euro, dei quali circa 72 saranno in sovvenzioni e circa 225 in prestiti. Sono, inoltre, previsti anche alcuni finanziamenti (intorno ai 10 miliardi di euro) in infrastrutture per il gas e il Gnl ( in modo che nessuno Stato membro rimanga al freddo ), unitamente ad altri 2 miliardi per le infrastrutture petrolifere, in vista dell’interruzione dell’import di petrolio russo. Tutto il resto del finanziamento, e vale a dire il 95% del totale, andrà ad accelerare ed incrementare la transizione verso l’energia pulita. E’ interessante considerare come, a fronte di 300 miliardi di euro richiesti in investimenti da qui al 2027, il risparmio previsto per l’Europa sia molto più rilevante, dato che gli Stati membri versano, ogni anno, quasi 100 miliardi di euro alla Russia per l’acquisto di combustibili fossili. Pertanto, la Commissione europea ritiene che la trasformazione ecologica rafforzerà la crescita economica, la sicurezza e l’azione per il clima per l’intero Continente. Pensando ai principali obiettivi indicati dall’Unione Europea, la Commissione propone 1) di incrementare dal +9 al +13% l’obbiettivo di efficienza energetica al 2030 (rispetto alle previsioni dello scenario di riferimento 2020); 2 ) di portare le rinnovabili a soddisfare il 45% (anziché il 40%) dei consumi energetici totali, sempre entro il 2030; 3 ) di raddoppiare il tasso di diffusione delle pompe di calore individuali – arrivando a installarne 10 milioni nei prossimi 5 anni – integrando adeguatamente sia la geotermia sia il solare termico nei sistemi di teleriscaldamento comunali. Inoltre, sempre la Commissione ha in programma di 4 ) produrre 10 milioni di tonnellate di idrogeno da fonti rinnovabili entro il 2030; di 5) importarne altrettante e 6) di aumentare la produzione di biometano a 35 miliardi di metri cubi entro la stessa scadenza temporale. Per raggiungere concretamente questi target, è però necessario superare alcuni impedimenti che – soprattutto in Italia, ma anche in altri Paesi europei – rallentano ancora l’installazione di nuovi impianti rinnovabili. In quest’ottica, la Commissione ha presentato anche una raccomandazione diretta a velocizzare le autorizzazioni lente e macchinose per i grandi progetti rinnovabili, oltre ad un emendamento alla Direttiva sulle energie rinnovabili che riconosce l’energia rinnovabile come un interesse pubblico prioritario. Per parte loro, gli Stati membri dovrebbero specificare le aree di riferimento dedicate per le energie rinnovabili, stabilendo in esse procedure autorizzative abbreviate e semplificate. Oggi – ha concluso Von der Leyen - le procedure autorizzative per le rinnovabili possono, infatti, durare dai sei ai nove anni, ad esempio per un parco eolico. Ora vogliamo, invece, definire le aree ideali e assicurarci che lì il processo di autorizzazione sia ridotto a un anno. E lo stesso deve valere anche per il processo di autorizzazione riguardante le infrastrutture associate, come le reti”. ______________________________________ Ascolta "Sostenibilità" - L’appuntamento dedicato al global warming e alle nuove sfide green di imprese, istituzioni e cittadini. “Sostenibilità” è l’approfondimento di Giornale Radio sulle notizie relative ai cambiamenti climatici, con aggiornamenti sugli effetti del riscaldamento globale, sui piani d’azione definiti dai principali governi mondiali e sulle iniziative di compagnie e società. A cura di Roberto Frangipane e Ferruccio Bovio Per i notiziari sempre aggiornati ascoltaci sul sito: https://www.giornaleradio.fm oppure scarica la nostra App gratuita: iOS - App Store - https://apple.co/2uW01yA Android - Google Play - http://bit.ly/2vCjiW3 Resta connesso e segui i canali social di Giornale Radio: Facebook: https://www.facebook.com/giornaleradio.fm/ Instagram: https://www.instagram.com/giornale_radio_fm/?hl=it

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

GIORNALE RADIO ALL NEWS

Giornale Radio Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Telegram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24   Canale Twitch di Giornale Radio

Please publish modules in offcanvas position.