Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Ascolta i Podcast di Giornale Radio

Ascolta Giornale Radio All News

Un gioco da evitare?

(Tempo di lettura: 2 - 4 minuti)

A cura di Ferruccio Bovio.

Abbiamo appreso, in questi ultimi giorni, che sul metaverso – e cioè nel mondo virtuale in cui sta attualmente investendo parecchi miliardi Mark Zuckerberg – si è verificato il primo caso di molestie sessuali di cui è stata vittima l’avatar di una ricercatrice specializzata proprio nello studio delle realtà virtuali. Nina Jane Panel – è questo il nome della signora in questione – ha, infatti, raccontato di essere stata importunata da tre avatar con voce maschile proprio all’interno di Horizon Worlds, vale a dire nel nuovo universo creato dalla ex Facebook che ha ormai cambiato la sua denominazione, assumendo quella di Meta. Horizon Worlds è accessibile, dal 9 dicembre scorso, negli Stati Uniti ed in Canada da chiunque abbia compiuto i 18 anni. E così l’esecrabile episodio virtuale ha subito prodotto i suoi effetti anche sulla realtà concreta, inducendo Meta ad introdurre una forma di contromisura che, sostanzialmente, prevede l’adozione di una distanza di sicurezza tra i vari avatar. Pertanto, d’ora innanzi, le personificazioni digitali degli utenti dovranno rispettare il limite spaziale di almeno un metro e mezzo l’uno dall’altro, per evitare il riprodursi di contatti non graditi.

Nel rendere note le sue nuove misure di protezione, la Società di Zuckerberg ha sottolineato come l'introduzione di un confine personale impedirà che chiunque possa invadere lo spazio individuale di un altro avatar, poiché, se un utente cercherà di farlo, il sistema interromperà automaticamente il suo movimento. La dottoressa Patel, che, tra l’altro, è specializzata nello sviluppo di esperienze virtuali per ragazzi fra gli 8 e i 16 anni, era stata incaricata da Meta di testare Horizon Worlds proprio a causa delle sue conoscenze professionali, ma ha raccontato che è bastato un solo minuto dal suo ingresso all'interno del metaverso, perchè la sua avatar venisse importunata da altri, che l'avrebbero palpeggiata insultandola e facendole anche delle fotografie.

Fin da quando si è cominciato a riflettere sul metaverso, sono subito affiorate numerose critiche, soprattutto da parte di che aveva previsto che, nel nuovo mondo virtuale, sarebbero sorti non pochi problemi riguardanti la sicurezza online. Problemi che, come testimonia questa vicenda, si sono poi immediatamente manifestati. Oltre tutto, il rispetto della distanza di un metro e mezzo ci sembra anche minare il sistema stesso di Horizon Worlds dalle sue fondamenta, se è vero che – come spiegò lo stesso Zuckerberg – scopo del metaverso avrebbe dovuto essere quello di consentire agli utenti di condividere le loro esperienze anche attraverso balli, feste, abbracci, baci, carezze ed altre forme di socializzazione che richiedono distanze ben inferiori rispetto a quella di garanzia stabilita adesso da Meta...

Horizon Worlds, per essere attivato, richiede – oltre, naturalmente, ad un account Facebook – anche l'utilizzo di un visore per la realtà virtuale e quello di un sistema di acquisizione del movimento tramite controller, necessari per interagire con gli oggetti nel gioco.

Confessiamo che tutto questo nuovo universo parallelo ci appare ancora piuttosto confuso, anche se c’è chi, evidentemente, ha le idee molto più chiare ed ha preso la cosa davvero sul serio, visto che esiste già addirittura un mercato immobiliare virtuale e visto chi ha delle brutte abitudini non le perde nemmeno su Horizon Worlds.

E voi, cari lettori, vi siete già interessati a questa nuova iniziativa di Mark Zuckerberg che sembra confondere i confini tra realtà ed allucinazione? Quando Horizon Worlds sarà disponibile anche in Italia, pensate di volerlo provare oppure considerate il metaverso di Facebok come un mondo che è meglio prudentemente evitare?

Credits: Agenzia Fotogramma

16 Febbraio 2022

Se avete considerazioni da fare su questi temi, potete scriverci al nostro indirizzo mail fb@nextcomitaly.com oppure su Facebook o Instagram
Saremo lieti di rispondervi

Condividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo FacebookCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo TwitterCondividi la notizia di Giornale Radio sul tuo profilo LinkedinCondividi la notizia di Giornale Radio con WhatsappCondividi la notizia di Giornale Radio con Telegram

  ULTIME NOTIZIE

GIORNALE RADIO

Giornale Radio, la radio libera di informare.

Notizie del giorno:

notizie di cronaca, di politica,notizie dal mondo, notizie sportive, di economia, di salute e tecnologia. Notizie di oggi in radio streaming, in WEB TV e in podcast.

SEGUICI SU
Pagina Facebook di Giornale Radio   Pagina Twitter di Giornale Radio   Pagina Instagram di Giornale Radio   Canale Youtube di Giornale Radio 24

Please publish modules in offcanvas position.